29 giugno 2008

INCONTRI RAVVICINATI IN AUSTRALIA

L'invasione aliena" si sposta dall'Inghilterra all'Australia, dove un avvistamento ha turbato una intera comunità.Una Inghilterra ancora scossa per le recenti testimonianze di militari e forze dell'ordine, viene anestetizzata dai media che vorrebbero richiudere il vaso di Pandora, con la scusa di lanterne cinesi secondo il vecchio cliché dei "palloni sonda".
E così si cerca di liquidare senza alcun approfondimento, neanche basato su semplici considerazioni logiche, una delle testimonianze ufologiche più importanti degli ultimi anni.
Quello che ne consegue è che una pattuglia aerea di tre poliziotti non è stata in grado di distinguere una lanterna cinese da un tipico disco volante (descritto con dovizia di particolari) con tanto di luci lampeggianti tutte intorno, che ha rischiato di speronarli in volo; come se questo non bastasse il manipolo di sprovveduti agenti, lanciatosi all'inseguimento dell'ufo, sarebbe stato vergognosamente "seminato" da questa lanterna cinese "super dotata".
Nel frattempo, dall'altra parte del mondo, nei Northern Territory dell'Australia, 730 Km. a sud di Darwin, nella piccola comunità di Marlinja (112 persone in tutto), i residenti hanno potuto osservare tre "astronavi" stazionare per un paio d'ore a pochi metri di distanza dai tetti delle loro case.
Jani Dixon, una dei residenti di Marlinja, racconta la sua esperienza al quotidiano on-line Northern Territory News, ancora scossa per l'accaduto: I ragazzi erano in cortile a giocare e io ero dentro casa in conversazione con le mie due nipoti, quando abbiamo sentito uno strano rumore molto profondo.
Siamo corse fuori ma non abbiamo notato niente, era molto buio, ma si poteva sentire chiaramente il suono. Un suono orribile. Dal rumore sembrava come se stesse sorvolando la casa e così pensammo fosse una specie di jet. L'unica cosa che ho notato è stata quella che credevo fosse la prima stella della sera.
Poi però - continua Jani - abbiamo visto tre luci rosse in lontananza e il rumore diventava sempre più forte. Il terreno ha iniziato a tremare sotto i nostri piedi, così siamo corsi in casa e abbiamo chiuso tutte le porte.
I miei nipoti guardavano fuori attraverso le tende. Quella cosa si è avvicinata, ha compiuto una manovra circolare sul cortile e poi si è spostata proprio sopra alla casa.
I ragazzi al campo sono scappati, due ragazze sono rimaste immobili con il naso all'in su ad osservare il cielo. Hanno cercato di capire cosa fosse, ma l'unica cosa che vedevano era questa intensa luce rossa che si stagliava sul buio pesto del cielo notturno. Poi la luce in casa è diventata così accecante che sembrava quasi di essere seduti in mezzo ad uno stadio di football. Dopo un po’ è cessato tutto... erano circa le 23.00 quando è finito.
Poi siamo usciti per parlare dell'accaduto, davanti a una tazza di te, i ragazzi sono andati a letto. Abbiamo sentito di nuovo quel rumore per qualche secondo, come se stesse per tornare, ma invece è sparito. Siamo rimasti tutti sconvolti, dai bambini di 5 anni agli adulti... per me è stato un shock e non sono riuscita a dormire quella notte. Mentre stava ancora succedendo pensavo tra me e me 'Cos'è questa cosa? Cosa vogliono?'. Non era mai successo niente del genere da noi, insomma senti parlare di UFO nei film ma non ci aspettavamo una cosa del genere, che si manifestassero in questo modo, ci ha davvero spaventati.
Sembra che durante la manifestazione ufologica, abbia anche squillato il telefono, ma che non appena la signora Dixon abbia tentato di rispondere sia caduta la linea.

Nessun commento: