07 gennaio 2008

Ricordare tutto della vita precedente.



La reincarnazione è una realtà, è un termine che rimanda all'insegnamento in cui l'uomo può trovare la verità ne la prova della sua immortalità. La saggezza perenne afferma che noi siamo in viaggio verso la perfezione e l'unità, e che tale viaggio richiede molte vite su questa terra, questo in contrapposizione con quello che afferma il cristianesimo ossia che questo viaggio è confinato ad una sola vita, che inizia con il primo respiro e che si interrompe improvvisamente e definitivamente con la morte, ovviamente perché non ci sono prove tangibili però bisogna riconoscere che il giorno in cui tali prove dovessero dimostrare in modo veramente incontrovertibile che fummo già e saremo ancora, la consapevolezza che la nostra evoluzione individuale non è condizionata ad una singola ed effimera esistenza non potrà non essere eticamente valida e meravigliosamente consolante per l'uomo che ha, e avrà sempre, desiderio di eternità..Tra l'altro va precisato che nonostante sia un discorso che riguardi l'ignoto o qualcosa che non possiamo provare, molti psichiatri si sono pronunciati in favore della reincarnazione, raccontando che molti pazienti incurabili sono stati ricondotti alla normalità mediante terapia antiortodossa, dimostratasi efficace, facendo loro vivere episodi sepolti non solo nell'inconscio ma addirittura in una vita anteriore avvalendosi dell'ipnosi. Noi viviamo automaticamente, ci accadono delle cose, ci chiediamo il perché di altre, ma chi siamo? Da dove veniamo? Dove andremo? Perché ci troviamo qui? Perché esiste la sofferenza? Perché alcuni hanno una vita semplice, piena di felicità ed altri vivono soprattutto di sofferenze chiedendosi perché proprio a me? L'uomo moderno ormai è stanco dei dogmi religiosi, vuole risposte semplici e fattuali a queste domande. L'uomo è composto di energie, dalla più densa, la materia, alla più fine, l'energia spirituale. A seconda del suo avanzamento evolutivo, certe energie saranno più forti di altre, l'essere, lo spirito che noi siamo, rappresenta la parte di noi stessi che viaggia di vita in vita, portando ogni volta nelle altre vite la saggezza distillata e la consapevolezza acquisita precedentemente che lo fa evolvere: Questa informazione l'essere se la porta appresso come karma. La velocità della nostra evoluzione la decidiamo noi stessi, procediamo alla velocità che ci siamo prefissi, perché sappiamo di avere a disposizione tutto il tempo che ci serve per capire certi aspetti e crescere. Sappiamo anche che non vi è un secondo da perdere: per questa nostra esigenza, inconsapevolmente osiamo tuffarci in situazioni di vita difficili, che forse al momento ci fanno soffrire molto, ma che ci fanno anche crescere molto. Questa è la vita del guerriero. Anche se fisicamente appariamo gracili e ci sembra di avere una mente confusa, l'essere è molto potente e sa sempre di quali esperienze ha bisogno per crescere. La realtà è che il corpo e la mente sono solo dei contenitori degli strumenti attraverso i quali la nostra essenza si esprime, Non è corretto pensare che il corpo si formi e venga quindi abitato dallo spirito: è l'opposto. E' la materia che si avvolge attorno all'essere, formandosi in un corpo che poi aiuta l'essere ad avere esperienze di vita sulla terra che è solo un posto di passaggio in cui ci evolviamo. La nostra vita può essere paragonata ad una grande piscina con un forte moto ondoso: dal momento in cui nasciamo e ci tuffiamo nella vita, con le nostre azioni e comportamenti influenziamo i maniera maggiore o minore tutte le persone intorno a noi. Ad esempio, il sorriso che offriamo a qualcuno può illuminare tutta la sua giornata, o il rimprovero o la risposta aspra che infliggiamo a qualcun altro può rattristarlo per un'intera settimana. Noi sottostiamo alla legge del karma ossia la legge equilibratrice di azione e reazione, di semina e raccolto, e ciò che abbiamo portato appresso, è materiale che deve essere trasformato: è una legge che guida la nostra crescita spirituale attraverso le nostre esperienze di vita. A differenza del destino cristiano che è passivo, il karma non viene imposto dall'esterno, è attivamente creato dall'uomo attraverso i propri pensieri e azioni. In ogni momento la struttura Karmica in cui possiamo esserci imprigionati nel passato può essere vinta dall'apertura del nostro cuore. Pensare che esista il caso, oppure che uno nasca fortunato o sfortunato è vittimismo, è ammettere automaticamente che non comprendiamo molto bene perché siamo qua: nessuno è innocente, anche perché nessuno è colpevole. Il karma è ciò che dobbiamo fare per crescere e capire noi stessi sempre di più è una legge alla base della reincarnazione, l'idea che nelle vite passate abbiamo creato le premesse per le fortune o le sventure di questa vita. La stessa natura dell'anima presuppone che venga accettato il concetto della reincarnazione, in quanto nel suo lungo viaggio verso la perfezione, l'anima ha bisogno di molte vite sulla terra per raggiungere il suo obiettivo. L'anima, la parte immortale di noi stessi, veniva chiamata dagli antichi Greci psiche, la psicologia moderna, che pure dovrebbe occuparsi dello studio dell'anima a tutti i suoi livelli , non è che la pallida ombra di ciò che dovrebbe essere. Come ha notato Eric Fromm, "la scienza della psicologia non si occupa di quello che dovrebbe essere il suo principale oggetto di studio: l'anima…….la conservato l'ologia è ha dimenticato psiche. L' anima è realtà anche se no la vediamo è dentro di noi è il nostro motore. La comprensione del nostro percorso evolutivi è la sfida più grande che l'uomo ha, e la ciclicità di questo percorso, il suo ripetersi, lo rende ancora più misterioso per noi. Regredire attraverso l'ipnosi nelle nostre vite passate, ci farebbe comprendere e accettare lo scopo della nostra esistenza. La verità si trova dentro è in noi , basta cercarla!

Nessun commento: