22 marzo 2009

INCONTRO RAVVICINATO CON UN ALIENO

Una telefonata del genere la polizia non l'aveva mai ricevuta: . Roba da riattaccare subito la cornetta. Eppure la singolare richiesta d'aiuto è stata presa sul serio eccome. Tanto da finire nero su bianco nell'elenco degli di X-files desecretati oggi dal governo britannico. Che ha deciso di fare chiarezza, una volta per tutte, su avvistamenti e incontri ravvicinati rendendo pubblici archivi un tempo top-secret sugli Ufo. La telefonata in questione risale al novembre del 1989. E, stando agli esperti della Royal Air Force, si tratta di «uno degli episodi più strani mai registrati nei nostri archivi». «Alle 21.30 di martedì 21 novembre – recita il rapporto di polizia conservato negli X-Files di sua Maestà – ho ricevuto la telefonata di una donna in evidente stato di eccitazione che voleva parlare con un’organizzazione attiva nel campo degli avvistamenti alieni». «Voi – dice la donna all’ufficiale di turno – non mi credereste». Piano piano, però, la donna si sbottona: «Alle 22.30 e circa – dice il rapporto – la signora tava passeggiando con il cane in prossimità della sua abitazione di Norwich, Inghilterra. A un certo punto è stata avvicinata da un uomo dai capelli chiari, con l’accento scandinavo, che le ha chiesto se fosse a conoscenza dell’esistenza dei circoli lasciati nei campi di grano. Poi le ha spiegato di provenire da un altro pianeta, simile alla Terra, e che quei cerchi sono provocati dagli alieni come lui». La donna, colta da uno strano terrore, si mette a correre verso casa ed è a quel punto che, secondo il suo racconto, accade la cosa più incredibile. «Alle sue spalle – dice ancora il rapporto – la signora ha udito un frastuono e quando si è voltata ha visto un grande oggetto sferico decollare verso l’alto. Emetteva una luce bianco arancione». «Credo – ha scritto l’agente al termine del suo esposto – che la telefonata fosse davvero genuina».

1 commento:

Anonimo ha detto...

La ringrazio per intiresnuyu iformatsiyu