05 gennaio 2009

Scie chimiche secondo Brockwell



Abbiamo tradotto le parti salienti di un estratto desunto da un saggio di Ian Brockwell The unexplained explored, In questo libro l'autore dedica un capitolo alle scie chimiche. Sebbene la pubblicazione non contenga informazioni inedite, si segnala per la precisione con cui sono trattate le sfaccettature del problema. Doverosa la sottolineatura di quale astronomica cifra si scialacqui per questa dannosa operazione.

Le scie chimiche, considerate da molti un tema relativo alla "teoria della cospirazione" sono differenti dalle scie di condensa. Molti hanno familiarità con le contrails (scie di vapore acqueo) che si formano sopra gli 8.000 metri (26.000 piedi) con temperature inferiori ai 40 gradi sotto zero (almeno n.d.r.). 

Gli scettici affermano che non esiste evidenza che colleghi le scie chimiche al governo o che le contrails contengono comunque degli elementi chimici. Questo non è corretto, se consideriamo la mole di dati raccolti in tanti anni di studio. Non è certo quando le irrorazioni cominciarono, ma è presumibile che l'attività principiò agli inizi degli anni '90 del XX secolo, anche se alcuni resoconti risalgono al 1987 e forse anche ad anni antecedenti. 

I campioni delle scie hanno rivelato la presenza di sali di bario e di alluminio, fibre di polimeri, torio e silicio. 

Le agenzie federali e gli scienziati hanno insistentemente negato l'esistenza delle scie chimiche, ripetendo che si tratta di vapore acqueo. [...] 

Gli studi sulle scie riferiscono di aerei militari (di solito bianchi e privi di contrassegni); alcuni dichiarano di aver visto dei velivoli atterrare e, nell'arco di poco tempo, decollare nuovamente per riprendere l'irrorazione, spesso compiendo parecchi voli nello stesso giorno. 

Le croci nel cielo potrebbero essere spiegate chiamando in causa le rotte che si intersecano in aree molto trafficate, come suggeriscono i negazionisti, ma questo fenomeno è stato osservato in zone che non sono attraversate da corridoi aerei. 

È stato documentato che le chemtrails sono prodotte a diverse altitudini ed a quote in cui normalmente le scie di condensa non si formano. Se esse esistono, qual è il loro scopo e come un governo può nascondere la spesa per un tale programma che deve costare MILIARDI di dollari ?

Nessun commento: