26 giugno 2008

UFO: MILITARI INGLESI FILMANO FLOTTA

Fine settimana movimentato per il Regno Unito, meta di una vera e propria invasione di oggetti non identificati.
Dopo un paio di mesi di apparente calma, torna a regime l'epidemia di ufo che dall'inizio dell'anno ha visto protagonisti i cieli di tutto il mondo e in particolare quelli del continente americano.
Questa volta protagonista assoluta è l'Inghilterra, che nella settimana dal 2 all’8 giugno è stata teatro di numerosi avvistamenti, che hanno coinvolto testimoni istituzionali e militari.
Sono passati solo pochi giorni dalla notizia dell'elicottero della polizia inglese che ha rischiato una collisione con un UFO, nei pressi di Cardiff nel sud del Galles e una nuova importante testimonianza arriva questa volta dal comparto militare inglese. Diversi militari di stazza alla base di Tern Hill, nei pressi di Market Drayton, Shrops, tra cui il caporale Mark Proctor del 1° Battaglione del Reggimento Irlandese, che è riuscito anche a filmare l’evento con il suo cellulare, hanno avvistato una piccola flotta di tredici ufo volteggiare sulle loro camerate.
Il Ministero della Difesa Inglese proprio ieri stava studiando il rapporto e il video del caporale ed ha intimato Mark e ai suoi compagni di pattuglia testimoni dell’avvenuto di non rilasciare altre informazioni sull’accaduto.
Mark Proctor racconta al giornale inglese “The Sun” la sua esperienza avvenuta il 7 giugno alle 23.00 circa: “Ero di guardia notturna nella mia postazione quando i miei commilitoni hanno iniziato a gridare. – racconta ancora scosso Mark – Sono uscito per vedere cosa stava suscitando tanto clamore quando ho visto 13 velivoli nel cielo. Si muovevano a zig-zag, purtroppo sono riuscito a filmarne solo un paio prima che scomparissero. Erano come dei cubi multicolore che roteavano vorticosamente sul loro asse. Ho stilato un rapporto completo per i miei superiori e ho consegnato loro il video. I miei compagni erano esterrefatti almeno quanto lo ero io”.
Con lui c’era anche un militare di 19 anni che preferisce rimanere anonimo ed ha confermato di aver visto la piccola flotta di oggetti sconosciuti: “Ci sono passate davanti circa 30 di queste luci e il tutto è durato un minuto. Erano alte nel cielo ma procedevano a velocità moderata. Erano di un rosso acceso, anche un mio compagno le ha viste.”.
La notizia è stata ripresa anche dal "Telepraph" ed è interessante visualizzare nella mappa proposta dal "The Sun", come la zona di tutti gli avvistamenti segnalati tra il 7 e l'8 giugno, sia piuttosto circoscritta.
Cronologicamente, questo avvistamento sarebbe databile a poche ore prima di quello avvenuto nei pressi di Cardiff, che ha visto protagonisti tre agenti di polizia in pattugliamento aereo.
Sempre nella stessa giornata, sono stati segnalati altri avvistamenti e la trasparenza con cui questi personaggi delle istituzioni hanno riportato al pubblico le loro esperienze, non curanti di essere ridicolizzati, ha spinto moltissimi testimoni che erano rimasti nell’ombra per non essere esposti al pubblico ludibrio, a segnalare le loro esperienze.
E così si fa avanti anche Bonnie Lewis, ventinovenne di Bromsgrove, Worcs, che nella settimana scorsa, che verrà ricordata come la settimana calda degli UFO in Inghilterra, ha potuto filmare ben sette oggetti volanti non identificati nei cieli della sua città.
“Non erano di questo mondo! – racconta Bonnie - Non emettevano alcun suono ed erano dei cilindri con una luce lampeggiante al loro interno.”.
Solo tre ore prima, una coppia di cabarettisti inglesi è stata letteralmente inseguita da un oggetto volante non identificato, che al termine dell’inseguimento si è mostrato a distanza ravvicinata, rivelandosi come il classico disco volante.

Nessun commento: