26 maggio 2008

E’ IN EDICOLA QUESTO ‘SPECIALE’ SU ‘GLI SCIENZIATI ERETICI’



Integralmente curato da Roberto Volterri

In questo numero de ‘I Misteri di Hera’ viene illustrato quanto in passato hanno realizzato ingegneri geniali come Nikola Tesla e Marco Todeschini, biologi d’avanguardia come Nicola Mancini e Guido Cremonese, medici felicemente ‘visionari’ come Ferdinando Cazzamalli e Giuseppe Calligaris, fisici ‘accademici’ come Ruggero Boscovich, stravaganti ma interessanti autodidatti come Pierluigi Ighina, Raffaele Bendandi, Nicolò Perata, Ed Leedskalnin, inventori sfortunati come Antonio Meucci o inventori da prendere… con le molle, come Ulivi & C. con il loro avveniristico ‘Raggio della Morte’ (ma il nostro grande Marconi e il misterioso Domenico Rizzo cosa fecero in realtà?). E cosa dire con esattezza del più che geniale fisico olandese Hendrik Casimir che ha visto verificare la sua teoria sull’Energia del Punto Zero solo dopo cinquant’anni da quando l’aveva formulata nel lontano 1948? Ma prima, purtroppo, non esisteva la tecnologia necessaria. Ecco, in quest’ultimo caso sembrano veramente aprirsi nuove e incredibilmente affascinanti percorsi di ricerca soprattutto sul piano applicativo. E in tale direzione – come abbiamo accennato proprio nell’articolo su Casimir – si stanno intensamente impegnando anche validi studiosi italiani, come ad esempio, il fisico Capasso, che sembrano molto vicini a trarre veramente energia…dal ’vuoto’. Se sono rose ( e sembra proprio che lo siano…) ben presto fioriranno.

Nessun commento: