23 aprile 2008

IL CAPITANO KIRK E GLI UFO: "C'E' VITA SU MARTE"


William Shatner esprime la sua opinione sul fenomeno ufo durante una videointervista. Le affermazioni decise sull'esistenza degli UFO del capitano James Tiberius Kirk, questa volta non fanno parte di un episodio inedito di Star Trek, ma di una video intervista all'attore William Shatner, curata del fan-site TrekMovie.com.
L'intervista risale al 9 aprile 2008 e tra le varie domande poste in chat dai fan all'attore e regista, emblema cult per più di una generazione appassionata di fantascienza, non poteva mancare la classica "Crede nella vita extra-terrestre?".
Shatner ha risposto senza esitazioni e molto seriamente, nonostante la sua natura gioviale lo porti a scherzare praticamente su tutto, affermando che "non c'è alcun dubbio che ci sia vita là fuori.".
Ma l'attore non si ferma qui e si espone ulteriormente dicendo che ha avuto una soffiata della quale non può citare la fonte, riguardo a Marte e che presto saranno rilasciate nuove informazioni.
Questa sicurezza nell'esistenza di vita extra-terrestre, ostentata dal "capitano Kirk", coinciderebbe con quanto raccontato da Dennis William Hauck in una biografia critica e "non ufficiale" su Shatner, nella quale si racconta un presunto incontro ravvicinato dell'attore che venne rapito e/o salvato dagli alieni.
Nel libro "Captain Quirk", si dipinge Shatner come arrogante e poco socievole, fino a quando questa esperienza non cambiò totalmente la sua vita.
Secondo Dennis William, il "capitano" stava facendo una escursione in moto con degli amici nel deserto del Mojave, poco dopo la cancellazione della saga di Star Trek, quando per qualche motivo la moto si ruppe e si ritrovò da solo e stordito.
Sembra che Shatner allora, perso nel deserto seguì per ore una sorta di "apparizione" all'orizzonte, fino ad arrivare ad una pompa di benzina sopra alla quale vide sospeso in aria un classico disco volante metallico argentato.
Non è escluso che durante questa esperienza Shatner sia addirittura stato preso a bordo da qualche visitatore alieno.
Secondo il biografo, sembra che da quel momento l'attore abbia imparato una lezione di umiltà "cosmica" e sia completamente cambiato e che sia entrato in qualche modo in contatto telepatico con questi visitatori.

Nessun commento: